Sei qui: Home notizie

L’EPISTOLARIO DI ANTONIO ROSMINI-SERBATI

| Stampa |  Scritto da Administrator    Martedì 27 Novembre 2012 13:35

Vi comunichiamo il programma del seminario sulla nuova edizione dell'epistolario rosminiano, e la locandina relativa alla conferenza "pubblica" che si terrà nella biblioteca "Sala Baroncelli" dell'ex dipfilosofia lunedì 3 dicembre, nel corso della quale sarà ufficialmente presentato la nuova edizione con i criteri di essa.
Speriamo che possiate venire numerosi.

 

CONVEGNO EUROPEANDA

| Stampa |  Scritto da Administrator    Giovedì 04 Ottobre 2012 11:14

Comune di Olginate

Associazione Santa Maria la Vite

Con il patrocinio

“Giuditta Podestà” OLGINATE Convento di Santa Maria la Vite Sala della Conchiglia

Sabato 13 ottobre 2012 – Ore 15

CONVEGNO EUROPEANDA

Una cooperazione fra popoli nel segno della letteratura e della coscienza come

premessa essenziale per marciare sicuri verso l’Europa Unita

sponsor CONVEGNO EUROPEANDA

 

Il borgo del Calendimaggio" di Andrea e Rosamaria Perondi

| Stampa |  Scritto da Giuseppe Leone    Domenica 09 Settembre 2012 07:42

21 settembre 2012 alle orecopertina del libro 17.30, presso la Libreria IBS.IT Bookshop (via Cavour 44 – Lecco) sarà presentato il libro "Il borgo del Calendimaggio" di Andrea e Rosamaria Perondi. Assieme agli autori relazionerà il critico letterario Giuseppe Leone.

Questa, in breve, la trama: un omicidio in un piccolo paesino toscano apre varchi inaspettati: ognuno degli abitanti ha qualcosa da nascondere, qualche conto in sospeso, qualche scheletro nell'armadio. Tutti sono indiziati per il commissario Gianmaria Conti, da poco in servizio a San Giovanni in Sella: si dovrà destreggiare in un'indagine molto complessa, così ampia da far riemergere alla memoria un lontano ma tragico episodio della seconda guerra mondiale avvenuto in quelle splendide terre. Fino alla soluzione finale, un colpo di scena quando tutto sembra già scritto.

Rosamaria Perondi è nata a Lecco il 6 settembre del 1951. Amministratrice dell'azienda di famiglia, da alcuni anni scrive a quattro mani con il cugino Andrea Perondi.

Andrea Perondi è nato a Firenze il 9 marzo del 1953. Laureato in Legge, lavora nella pubblica amministrazione, scrive libri e svolge docenze per la formazione dei dipendenti pubblici.


Andrea e Rosamaria hanno iniziato scrivendo insieme commedie per burattini, quindi si sono dedicati alla narrativa per ragazzi, ottenendo la pubblicazione di un loro romanzo con la casa editrice Medusa di San Giorgio a Cremano.

Giuseppe Leone, saggista e scrittore, vive e lavora a Lecco, dove collabora con riviste letterarie nazionali e internazionali e con il Centro Studi Ignazio Silone di Pescina. È direttore artistico dell'associazione culturale "Il Melabò.

 

GADDA E IL ... MAHLER DI VIVERE

| Stampa |  Scritto da Administrator    Giovedì 06 Settembre 2012 08:09

Venerdì 7 Settembre 2012ore 21.00 Convento di Santa Maria la Vite - Olginate

GADDA E IL ... MAHLER DI VIVERE

Viaggio poetico-musicale fra nevrosi coatte e ascesi poetiche

Testi a cura di Roberto Zambonini e Giuseppe Leone

Interpreti: Gianfranco Scotti (attore), Laura Pozone (attrice), Daniela De Francesco (soprano), Michele Santomassimo (pianoforte)

Era accaduto già nel 2007 che a Olginate nell’ex convento diSanta Maria la Vite, il Melabò, in collaborazione con l’ex ComunitàMontana del Lario Orientale, oggi accorpata alla Comunità Montana della Valle San Martino, allestisse uno spettacolosu Carlo Emilio Gadda. Una scelta non casuale, ma dovuta alrapporto parentale tra Carlo Emilio Gadda e Giuditta Podestà, critica comparatista e proprietaria dell’ex convento. Anche quest’anno la scelta cade su Carlo Emilio Gadda, questavolta in una comparazione con il compositore austriaco diorigine boema Gustav Mahler resa possibile dall’alto valorepulsionale, in un certo modo patologico, presente tanto nell’operagaddiana quanto in quella mahleriana. Come Gadda,nel suo romanzo “La cognizione del dolore”, fa emergere, intutta la sua sublime grandezza, la sua vera natura di autore nevrotico,trovando nella scrittura l’espressione più intima del suosé, così Mahlermahler,alla composizione classica musicale, sa far venirfuori la natura di sé musicista sospeso tra follia e genialità.Il Melabò, allora, partendo da questo confronto, intende rivisitarela nevrosi, male di vivere anche dei nostri giorni: in letteratura,attraverso letture dell’opera di Carlo Emilio Gadda,in particolare del suo romanzo La cognizione del dolore; e inmusica, attraverso pagine strumentali e vocali di Malher, il musicistaboemo del quale si è da poco festeggiato il centenariodella morte.gadda.jpg

 

Altri articoli...

Pagina 2 di 4